Comunicati
 

del (nuovo)Partito comunista italiano

 

 Indice dei comunicati

Indice dei comunicati del 2019


Comunicato CC 17/2019 - 13 agosto 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Traballa il primo governo di rottura con le Larghe Intese!

Gli esponenti dei vertici della Repubblica Pontificia, dell’Unione Europea, della NATO e del sistema finanziario internazionale si azzannano tra loro per imporre ognuno un governo più adatto ai suoi interessi.

Quanto maggiori saranno in questi giorni le mobilitazioni contro delocalizzazioni, riduzioni di posti di lavoro e misure reazionarie, per il diritto alla salute, alla casa, all’istruzione pubblica e di qualità, per la difesa dell’ambiente, degli spazi sociali e di altri diritti e interessi delle masse popolari, tanto più difficile sarà per i vertici della Repubblica Pontificia accordarsi per imporre un governo peggiore per le masse popolari del governo M5S-Lega.

Chi vuole porre fine al corso catastrofico delle cose deve mettersi a creare le condizioni per un governo d’emergenza delle masse popolari organizzate.

Sostenere e promuovere ogni manifestazione in difesa degli interessi immediati delle masse popolari per mobilitarle nella lotta promossa dai comunisti tesa a conquistare il potere e instaurare il socialismo.

Indice generale
dei comunicati CC del (n)PCI

I 100 comunicati della Commissione Provvisoria
dal 2005 al 2008:
4 anni di vita del (n)PCI


in versione Open Office


Versione per Acrobat Reader

 

Comunicato CC 16/2019 - 30 luglio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

NO TAV, SI Cobas, Piombino, Alitalia, FCA, ILVA, Whirlpool, Bekaert, SANAC, CALP ... focolai della resistenza delle masse popolari si moltiplicano in tutto il paese!

Appoggiare ed elevare il livello della resistenza che le masse popolari oppongono al catastrofico corso delle cose!

Far leva su di essa per creare organizzazioni operaie e popolari fino a costituire il Governo di Blocco Popolare e farlo ingoiare alla borghesia: sarà un passo verso l’instaurazione del socialismo!

Comunicato CC 15/2019 - 28 luglio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

La Voce 62 del (nuovo)Partito comunista italiano è disponibile sul sito www.nuovopci.it!

La rivista è un contributo alla lotta ideologica necessaria per indirizzare nella giusta direzione l’aspirazione crescente in individui e organismi a un partito comunista all’altezza dei suoi compiti, il salto di qualità a cui molti aspirano!
Usiamo gli insegnamenti tratti dall’esperienza dell’Internazionale Comunista e del Biennio Rosso per promuovere la rivoluzione socialista nel nostro paese!

Comunicato CC 14/2019 - 28 giugno 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

La comandante Carola Rackete del Sea Watch 3, ora finalmente è sulla strada giusta!

Andare fino in fondo nella violazione dei divieti imposti da Salvini in combutta con gli altri governi dell’UE!
È legittimo tutto quello che è a favore delle masse popolari, anche se le leggi della borghesia lo vietano!

Comunicato CC 13/2019 - 18 giugno 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

“Scandalo del CSM”: chi vuol fare le scarpe a Mattarella?

La breccia aperta dalle masse popolari nel sistema politico della Repubblica Pontificia, le Larghe Intese tra il PD e Berlusconi, moltiplica le divisioni e aggrava gli scontri nella classe dominante e crea migliori condizioni per la nostra azione!

Comunicato CC 12/2019 - 16 giugno 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

A chi lotta per la rinascita del movimento comunista
A chi ha capito che solo l’instaurazione del socialismo porrà fine al catastrofico corso delle cose imposto dalla borghesia imperialista

In morte di Enrico Berlinguer (1922-1984)
complice della borghesia imperialista nella liquidazione dell’eredità della Resistenza, della sovranità nazionale del nostro paese (prima a favore della NATO e poi dell’UE), delle conquiste di civiltà e benessere strappate dalle masse popolari alla borghesia quando il movimento comunista nel mondo era forte.

Comunicato CC 11/2019 - 31 maggio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Contro la proposta fusione FCA-Renault:

non ammortizzatori sociali, ma posti di lavoro dignitosi per tutti!

L’annunciata fusione FCA-Renault è un altro attacco degli Agnelli contro gli operai ex FIAT e tutti i lavoratori!
Organizzarsi e mobilitarsi subito, in tutti gli stabilimenti e in tutti i reparti, per resistere al nuovo attacco e rivoltarlo contro gli Agnelli. Per gli operai FCA è l’occasione per mettersi nuovamente alla testa di tutti i lavoratori minacciati di licenziamento (dall’Alitalia a Mercatone Uno), dei disoccupati e dei precari e mobilitare tutti contro lo smantellamento delle aziende e per la creazione di posti di lavoro utili e dignitosi, per tutti!
Approfittare della natura particolare del governo M5S-Lega e costringerlo a intervenire!
Impedire lo smantellamento dell’apparato industriale italiano è una questione di interesse nazionale!

Scaricare, diffondere, affiggere e fare affiggere la locandina (n)PCI allegata!

Comunicato CC 10/2019 - 27 maggio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Quello che insegna l’esito delle elezioni europee del 26 maggio e le conclusioni che i comunisti devono tirarne

Allargato il distacco delle masse popolari dai partiti delle Larghe Intese, anche se la propaganda di regime vanta e i disfattisti e i compagni privi di strategia lamentano il rafforzamento della destra!

Zingaretti è contento di aver perso nel 2019 solo poche migliaia di voti rispetto alle politiche del 2018 mentre Berlusconi ne ha persi altri 2.3 milioni.
Dato che non è in grado di mantenere le promesse della Lega, a Matteo Salvini giunto al 35% dei voti nelle elezioni europee del 2019, si prospetta la fine di Matteo Renzi che si pavoneggiava del 40% dopo le precedenti europee del 2014!
Il M5S ha davanti a sé due vie: smettere di cedere alla Lega e impegnarsi decisamente nella mobilitazione e organizzazione delle masse popolari oppure fare la fine di Italia dei Valori!
A noi comunisti spetta rafforzare la mobilitazione delle masse popolari ed estendere la loro organizzazione per prendere in mano le redini del paese!

Comunicato CC 9/2019 - 27 aprile 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Con la breccia aperta nel sistema delle Larghe Intese, si avvia alla fine anche l’antifascismo padronale.

Avanti nella Rossa Primavera!

Solo con la moltiplicazione del numero di Tra perdigiorno e imbroglioni che popolano gli ambienti dell’antifascismo padronale ferve un grande dibattito e anche qualche onesto compagno ne è contagiato: il fascismo ha fatto solo cose cattive o ha fatto anche cose buone? Una questione tipicamente da antifascisti ideologici, da antifascisti “dal punto di vista della democrazia borghese”, da antifascisti padronali...

Comunicato CC 8/2019 - 22 aprile 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Dal 25 Aprile, al Primo Maggio e avanti, nella Rossa Primavera!

Solo con la moltiplicazione del numero di Organizzazioni Operaie e di Organizzazioni Popolari che agiscono da nuove autorità pubbliche possiamo porre fine al catastrofico corso delle cose che la borghesia imperialista e il suo clero impongono anche nel nostro paese!

L’attività del governo M5S-Lega, la campagna elettorale per il Parlamento Europeo e le Amministrazioni Locali, gli attacchi dei partiti delle Larghe Intese e della Comunità Internazionale dei gruppi imperialisti europei, USA e sionisti contro il governo M5S-Lega e le mobilitazioni indette per i prossimi due mesi dai sindacati di regime e dai sindacati di base e alternativi renderanno il terreno della lotta di classe ancora più fertile e faranno germogliare nuove Organizzazioni Operaie e Popolari!
Sta a noi comunisti valorizzare questo corso delle cose per avanzare nella costruzione del nuovo potere delle masse popolari organizzate, che assegnerà un lavoro utile e dignitoso a ogni adulto e garantirà la sovranità del nostro paese e la collaborazione con le masse popolari degli altri paesi!

Comunicato CC 7/2019 - 5 aprile 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

La Voce 61 del (nuovo)Partito comunista italiano e il suo supplemento Gramsci e la crisi generale del capitalismo sono disponibili sul sito www.nuovopci.it!

I comunisti non sono gli spettatori, i commentatori e i critici di quello che fa la classe dominante e di quello che avviene: i comunisti sono i costruttori del futuro!

Usiamo gli insegnamenti tratti dall’esperienza dell’Internazionale Comunista e del Biennio Rosso, di cui quest’anno ricorre il centenario, per condurre fino alla vittoria la rivoluzione socialista in corso nel nostro paese!

Comunicato CC 6/2019 - 1° aprile 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Questa è la legittima difesa di cui abbiamo realmente bisogno!

(...)una nuova misura reazionaria adottata dal governo M5S-Lega, in continuità con il programma comune portato avanti per quarant’anni dalle Larghe Intese (PD e il Partito di Berlusconi): far fronte alla crisi del capitalismo peggiorando la condizione delle masse popolari. Salvini lo sciacallo e chi con lui esulta per la legge, individua negli autori di violenze gratuite e di aggressioni, negli stupratori, nei rapinatori, nei ladri e in altri soggetti che violano la proprietà privata, la fonte dello stato generale di insicurezza che regna nel paese. Alla stregua degli “immigrati che sono la causa della disoccupazione degli italiani” perché per sopravvivere accettano condizioni di lavoro al di sotto di ogni decenza. Cittadini più armati e porti sbarrati sono i due ingredienti per la rinascita del nostro paese, ad avviso di Salvini e dei suoi simili.(...)

Comunicato CC 5/2019 - 27 marzo 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

L’accordo del governo M5S-Lega con la Repubblica Popolare Cinese sulla “Via della Seta” è un “giro di valzer” della Repubblica Pontificia pilotata dal Vaticano e sottomessa all’UE e alla NATO!
Il governo M5S-Lega non ha la volontà né si sta dando i mezzi per rompere le catene dell’UE e della NATO!
L’accordo è manifestazione e conferma della competizione tra la RPC e la comunità internazionale dei gruppi imperialisti europei, USA e sionisti e dell’indebolimento dei gruppi imperialisti USA!
Le masse popolari italiane non hanno bisogno né delle grandi opere speculative, inutili e dannose già in corso nell’ambito dell’UE né di quelle indicate nella “Via della Seta”, ma di mille opere per mettere in sesto il territorio, in sicurezza gli edifici, le scuole, gli ospedali e le strade e di posti di lavoro utili e dignitosi!
Costruiamo organizzazioni operaie e popolari in tutte le aziende capitaliste e pubbliche, per prendere in mano e ricostruire il paese, per conquistare la sovranità nazionale e avanzare nella rivoluzione che farà dell’Italia un nuovo paese socialista!

Comunicato CC 04/2019 - 9 marzo 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

10, 100, 1000 mobilitazioni e proteste per costringere il M5S a mettere una pietra tombale sul TAV!
Seguire l’esempio del movimento NO TAV e dare battaglia fino in fondo e senza risparmio di mezzi ed energie!
Dalla Sardegna alla Puglia, da Pomigliano alla Val Susa sono le masse popolari che devono dettare l’agenda di governo e non le Larghe Intese PD - Berlusconi e i loro padrini!

Comunicato CC 03/2019 - 16 febbraio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

I comunisti e il Reddito di Cittadinanza

È importante esaminare questa misura, il Reddito di Cittadinanza, da due punti di vista molto diversi:
- per gli effetti che avrà sulle condizioni d’esistenza dei proletari e dei lavoratori autonomi e i loro diritti, per la crescita dell’attività economica dell’Italia, per il cambiamento complessivo del paese (è il punto di vista al quale si fermano analisti, ammiratori o critici, osservatori e commentatori degli avvenimenti e delle attività altrui);
- per gli appigli che l’istituzione e l’attuazione del Reddito di Cittadinanza offre a noi comunisti in generale per far avanzare la rivoluzione socialista (la guerra popolare rivoluzionaria che si concluderà con l’instaurazione del socialismo) e in particolare per la creazione delle condizioni per costituire il Governo di Blocco Popolare (è il punto di vista dei comunisti che sostituiscono la borghesia come dirigenti delle masse popolari che fanno la storia).

Comunicato CC 02/2019 - 11 febbraio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Bilancio del lavoro di costruzione del (nuovo)Partito comunista italiano

A tutti quelli che hanno compreso che occorre il partito comunista per avanzare e valorizzare le grandi potenzialità che il corso delle cose offre ai comunisti, alla classe operaia e al proletariato, proponiamo lo studio e la discussione dell’articolo del Comitato Centrale del (n)PCI 1999 - 2019: il ventesimo anniversario della creazione della Commissione Preparatoria del congresso di fondazione del (n)PCI, pubblicato sul n. 2/2019 di Resistenza, mensile del Partito dei CARC.

Comunicato CC 01/2019 - 6 gennaio 2019

[Scaricate il testo del comunicato in Open Office / Word ]

Nel XX anniversario della creazione della
Commissione Preparatoria
del Congresso di fondazione
del (nuovo) Partito comunista italiano,

rafforzato il Centro del Partito per accelerare la rinascita del movimento comunista e per cogliere le opportunità che la breccia aperta nel sistema politico della Repubblica Pontificia offre per far avanzare la rivoluzione che instaurerà in Italia il socialismo, prima fase del comunismo!

Consulta l’indice dei comunicati del CC del (nuovo) PCI del 2018

------------ Leggi i comunicati del 2017

------------ Leggi i Comunicati del 2016 ------------

------------ Leggi i Comunicati del 2015 ------------

----------- Indice dei Comunicati del 2014 -----------

------------ Leggi i Comunicati del 2013 ------------

Indice generale
dei comunicati CC del (n)PCI

 
La Voce