Indice dei comunicati

(nuovo)Partito comunista italiano

Fare dell’Italia un nuovo paese socialista!

Viva il Centenario dell'Internazionale Comunista e del Biennio Rosso! Avanziamo nella lotta per fare dell'Italia un nuovo paese socialista!

19.08.2019

Avviso ai Naviganti 92

Le “buone ragioni” del disertore

Nei paesi imperialisti la rivoluzione socialista vince solo se i comunisti la conducono come una guerra popolare rivoluzionaria. Come le altre guerre, anche la GPR ha i suoi disertori.

Dopo che con l’Avviso ai naviganti del 15 agosto il CC del (n)PCI ha annunciato che Angelo D’Arcangeli e Chiara De Marchis hanno disertato il Centro clandestino del Partito contravvenendo al loro impegno e alle indicazioni del CC del Partito, Angelo ha diffuso (https://youtu.be/48O61zS7LgI) un messaggio filmato in cui espone le “buone ragioni” della diserzione sua e di sua moglie. Il messaggio che giustifica la diserzione trova e troverà buona accoglienza da parte di quelli che si professano comunisti, ma concepiscono la militanza nel partito comunista come un lavoro a tempo libero, come un lavoro solo di opposizione...

------

15.08.2019

Avviso ai Naviganti 91

Un esercito che combatte per una giusta causa e impara dalla sue sconfitte è destinato a vincere!

Le lezioni del fallimento dell’operazione di rafforzamento del Centro clandestino del (n)Partito comunista italiano, che all’inizio dell’anno con orgoglio e gioia abbiamo annunciato ai comunisti e a tutti quelli che non accettano di subire il catastrofico corso delle cose imposto dalla borghesia imperialista.

Comunicato CC 17/2019

13.08.2019

Traballa il primo governo di rottura con le Larghe Intese!

Gli esponenti dei vertici della Repubblica Pontificia, dell’Unione Europea, della NATO e del sistema finanziario internazionale si azzannano tra loro per imporre ognuno un governo più adatto ai suoi interessi.
Quanto maggiori saranno in questi giorni le mobilitazioni contro delocalizzazioni, riduzioni di posti di lavoro e misure reazionarie, per il diritto alla salute, alla casa, all’istruzione pubblica e di qualità, per la difesa dell’ambiente, degli spazi sociali e di altri diritti e interessi delle masse popolari, tanto più difficile sarà per i vertici della Repubblica Pontificia accordarsi per imporre un governo peggiore per le masse popolari del governo M5S-Lega.
Chi vuole porre fine al corso catastrofico delle cose deve mettersi a creare le condizioni per un governo d’emergenza delle masse popolari organizzate.
Sostenere e promuovere ogni manifestazione in difesa degli interessi immediati delle masse popolari per mobilitarle nella lotta promossa dai comunisti tesa a conquistare il potere e instaurare il socialismo.

03.08.2019

CdP Aurora

Massa: isolare e scacciare Benedetti dal governo della città
Stefano Benedetti è il Presidente del consiglio comunale di Massa. È più famoso in città per essere un provocatore fascista, a suo tempo militante del MSI (la formazione politica che raccolse i fascisti dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale). Nel 2009 è stato tra i fautori delle ronde cosiddette SSS, costruite sull’onda del progetto di legge razzista del membro della Lega Nord Roberto Maroni, allora ministro degli Interni del governo Berlusconi, progetto che il Partito dei CARC stroncò sul nascere promuovendo la mobilitazione delle masse popolari organizzate in ronde antirazziste. Nel 2017 fece un gran baccano per una scritta che inneggiava al (nuovo)PCI(...)

------

29.07.2019

CdP Aurora

Operai, arruolatevi nel (nuovo)Partito comunista italiano!
Il (nuovo)Partito comunista italiano è stato costituito nel novembre del 2004, nella clandestinità. Assume il patrimonio del primo Pci, fondato da Gramsci nel 1921, (...) Nel 2004, quindi, la classe operaia del nostro paese può riprendere il suo cammino con il suo partito, lo strumento necessario per vincere. Molti però si chiedono perchè costruire il partito nella clandestinità?
Ogni operaio e anzi ogni lavoratore sa che quando si espone nella lotta contro il padrone nella fabbrica e in qualsiasi altro posto di lavoro rischia conseguenze negative fino al licenziamento (...)

Comunicato CC 16/2019

30.07.2019

NO TAV, SI Cobas, Piombino, Alitalia, FCA, ILVA, Whirlpool, Bekaert, SANAC, CALP ... focolai della resistenza delle masse popolari si moltiplicano in tutto il paese!
Appoggiare ed elevare il livello della resistenza che le masse popolari oppongono al catastrofico corso delle cose!
Far leva su di essa per creare organizzazioni operaie e popolari fino a costituire il Governo di Blocco Popolare e farlo ingoiare alla borghesia: sarà un passo verso l’instaurazione del socialismo!

copertina - foto

Scarica il file pdf
Stampa, studia e diffondi il supplemento a La Voce 61!
Scarica il file nei formati
Open Office o Word